di Gioia Gardo

Home
- CapitaAlvino - CapitaABologna - Assaggi e Viaggi - Il Calice Piangente - Photo Gallery -
Sei quel che mangi? - Le loro storie con il vino - Libri alla redazione - e-mail - Links  - Credits

Occasioni visive, teatrali e musicali
Sono fuori dal tunnel ... della Galleria d'Accursio

Vizi e virtu’ di Bologna 2000

A due passi da Bologna 2000 e a uno dalla Bologna estiva

Torno subito: sono occupato col tramonto

Giringirogiringirogiring

In breve, tra pubblico e privato:

Museo Morandi: Paul Klee - Fino al 4 marzo 2001. Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio: Pina Bausch "Il sogno è" (fotografie) - Fino al 22 ottobre. Padiglione Esprit Nouveau - Piazza Costituzione, 11 Adolfo Natalini (architettura) - Fino al 10 novembre. Forni - Via Farini, 26 Vladimir Velickovic "Fuochi" - Fino all’8 novembre. Catùs - Via G.Petroni, 15 "Spazio Zam2", Kiril Cholakov. Stefano Forni - Piazza Cavour, 2 Mario Schifano "Animalia" (fotografie) - Fino al 9 novembre. Spazia - Via dell’Inferno, 5 Schimamoto, opere 1956 - 1962. La Piccola - Via Santo Stefano, 29 Simona Gavioli.

Giringirogiringirogiringiro
giringirogiringirogiringì

Nientepopodimenoche un’indagine sull’idea di sacro nell’identità europea del XX secolo: "L'ombra della ragione" alla GAM fino al 29 ottobre. A pochi metri da lì, nel padiglione dell’Esprit Nouveau ideato da Le Corbusier, si potrà ammirare l’Architettura di Mario Botta fino al 2 luglio. Immagini d’Africa con "L'Afrique. Par elle-même" nella Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio fino al 2 luglio. Da tenere a mente che il mercoledì, il venerdì e la domenica si può visitare fino alle 22. Tra le iniziative private segnalerei le Lightboxes di Elisa Sighicelli allo Studio G7 fino al 15 luglio mentre a Ca’ la Ghironda (a Ponte Ronca) le "Neoavanguardie dagli anni ‘50 ai '70" saranno visibili fino al 26 giugno.
Sul fronte archeologico "Aemilia. La cultura romana in Emilia Romagna dal III secolo a. C. all’età costantiniana", fino al 16 luglio 2000 alla Pinacoteca Nazionale, è uno dei grandi eventi di Bologna 2000 insieme a "Duecento" in contemporanea al Museo Civico Archeologico. La villa settecentesca di Palazzo Stella, con il suo vasto parco inaugurerà il 6 luglio 2000 la mostra "Sembianti della scultura" a cura di Piergiovanni Castagnoli, direttore della Galleria d’Arte Moderna di Torino. Espressione di un nuovo concetto di mecenatismo contemporaneo di cui da tempo si sentiva necessità, il suo obiettivo è quello di diffondere l’arte e non il suo mero possesso. A questo scopo ogni anno è programmato un evento di particolare richiamo per offrire ai giovani artisti, ospitati nel corso della programmazione degli eventi collaterali, un motivo di confronto e un’occasione di incontrare un pubblico altrimenti difficilmente raggiungibile.
La mostra rimarrà aperta al pubblico fino alla fine dell’autunno.
"Perimetro della scultura. Teoria e pratica di un’arte in crisi d’identità"
è il titolo del convegno che precederà l’inaugurazione e si terrà, nella stessa mattinata, a Palazzo Malvezzi con il patrocinio della Provincia di Bologna.