Rubrica di argomenti non trattati

 

Per suggerire argomenti che vi piacerebbe leggere, discutere e approfondire potete scrivere o faxare alla redazione: Via Silvagni, 15 - 40137 Bologna - Fax 051/ 6235204, oppure mandare un e-mail a capitaABologna@iol.it
I temi da voi suggeriti
non saranno assolutamente trattati, ma entreranno in classifica in questa rubrica che, nei diversi numeri della rivista, ha visto ai primi dieci posti:

 

Rimane in classifica, a furor di popolo, la rotonda più stupida del mondo:
semofori a sorpresa e precendenza a sinistra tra Via Arno e Via degli Orti.

Officine Rizzoli: il triste tramonto di una grande scuola.

Scardinati due autovelox a Granarolo. E’ rivolta contro il Grande Fratello?

Riaprono la piscine pubbliche. Due anni fa erano 8.000 lire, adesso sono 6,5 euro:
in compenso l’orario è ridotto e gli impianti sono fatiscenti.

Nel 2090 la costa adriatica andrà sott’acqua. Bologna città di mare?

Una buona notizia: la lince è ritornata in Appennino.

Allora, cosa vogliamo fare con l’aeroporto Marconi?

TAV senza fondi: per Pianoro il non si scioglie.

Ancora magiche pozioni per gli sportivi in farmacia.

Quest’altr’anno andremo a San Luca in funivia o in pellegrinaggio?


Il ponte di Mascarella è più sicuro di quello sul fiume Kwai.

Uomini e topi nell’alveo allagato dell’Aposa: quando ci andammo noi stemmo molto più attenti al tempo.

La variante di valico è veramente molto variabile: prognosi invariata

I barboni sono sempre più scomodi: davvero senza fissa dimora!

Usurai esagerati. "Benefattori" inaffidabili da evitare scrupolosamente

Il tempo in città. Prima ce la prendevamo con la Madonna di San Luca, adesso non sappiamo più a che santo votarci.

Firme false per schede elettorali vere?

Dove sono finite le 170 opere sparite dalla Galleria d’Arte Moderna?

Nell’area dell’ex Manifattura Tabacchi si lavora molto, ma non si sa cosa salterà fuori.

Via San Vitale se la passa male.


- Residenti in zona stadio sempre più barricati in casa. Perchè non mandiamo i ragazzini a giocare a palla nella bassa?

- In via degli Orti sono cinque mesi che si fanno i marciapiede: quando ci si potrà camminare?

- Soliti fiorai abusivi, solite lamentele. Solite rose, solite spine

- Arena del Sole: arrivano i fondi per la programmazione dopo la conferma della convenzione. Ma sulla Fondazione siamo al dibattito.

- Entrano in classifica le antenne dei telefonini. Anche i bolognesi scoprono di avercele dovunque.

- Il cordolo di via Emilia Ponente alla resa dei conti che, comunque, non torneranno mai.

- Continua a calare la popolazione dei residenti in città. Noi resistiamo al nostro posto.

- Sempre meno botteghe storiche e sempre più sportelli bancari.

- Molti messaggi di posta elettronica sul consultorio di Zola Predosa: cosa succede?

- I nomadi non sono soltanto un famoso complesso rock.


Orrore: ci segnalano che la continuazione della circonvallazione di Calderara prevede di calpestare un sito archeologico e di tagliare a mezzo un vigneto.

Volete risparmiare sulle spese postali per i vostri auguri di Natale? Usate i francobolli del Comune!

Uffici stampa eccellenti crescono.....anche se non propri indispensabili.

Fine del bon ton in giunta: tutti al bar al momento delle delibere urgenti.

Chiude Villa Verde e riapre la Piazzola

Gallina lessa in scatola: ultima frontiera del fast food.

La Fiera di Santa Lucia è meno natalizia e più extracomunitaria.

Non si capisce bene se la pulizia delle strade sia un servizio o una sanzione diretta.

Nuovo palazzo di giustizia, vecchie abitudini di degrado urbano.

Finalmente l’ultima parola sulla variante di valico: sì, no, però, perciò, hoibò.


1 - Servizio pacchi postali in concessione: un disastro

2 - Nessuno si è lamentato per i problemi generati dalla Festa dell’Unità; o c’era meno gente oppure gliel’hanno data su.

3 - No comment per gli stendardi appiccicati alle dodici porte della città per Bologna 2000.

4 - Il TPO, dopo qualche traversia, approda all’ex Euraquarium: tutti soddisfatti.

5 - Ozono e polveri patogene: le limitazioni adottate fin qui non bastano.

6 - Molte strade con l’asfalto grattugiato per il nuovo manto in grado di sopportare i camion della TAV.

7 - Fasci di fibre ottiche fioriscono in giro per Bologna: la tecnologia futura si dimostra inquietante.

8 - L’appuntamento con la gastronomia bolognese si sta trasformando, haimé, in un dibattito sulla manipolazione genetica.

9 - Sindaco: più ci sei e meglio è!

10 - Nel mondo i giornali parlano molto di Bologna: sembra che abbiano scoperto una nuova meta turistica.


1) Venerdì notte tutti alla rotonda per la Tris.

2) Quelli che hanno sentito il terremoto e quelli che non l’hanno sentito

3) Scene di guerriglia nel centro storico: i più giovani non le avevano mai viste.

4) Tregua sul fronte dei furti nelle ville: ladri in vacanza?

5) Molti si lamentano dell’annunciata soppressione della caserma della Polstrada di Casalecchio.

6) E’ migliorata l’aria che respiriamo o sono peggiorate le centraline di rilevamento?

7) Allergie: mezza città in difficoltà.

8) Traffico esagerato: un desiderio chiamato tram

9) Mai visti così tanti turisti in città, saranno pellegrini o saranno famosi?

10) Dopo la pantera sui colli degli anni scorsi adesso abbiamo la zanzara tigre a Casalecchio: quelli eran giorni, sì, erano giorni!


1) Potremmo fare una metropolitana sotterranea orientata da nord a sud, farne una di superficie da est a ovest e girare in tram tutto in tondo. Il futuro è incerto!

2) Il convento di Santa Cristina sempre più in altalena fra tutti i contendenti: sacro e profano, pubblico e privato.

3) Ma, sotto l’impalcatura, ci sarà ancora la Garisenda?

4) Scontro politico sui barboni infreddoliti. Meno male che siamo a marzo.

5) Varate le prime misure anticrimine: aumentato il numero dei lampioni accesi in città.

6) In zona Stadio parecchia gente si lamenta perché in occasione delle partite di palla il comune nasconde le campane del vetro.

7) E’ giusto che la nostra città sia stata così clamorosamente esclusa dalla prestigiosa pioggia di blocchi di ghiaccio?

8) Tranquilli! Il progetto della nuova stazione con torri, centri commerciali e compagnia bella è definitivamente tramontato.

9) Le Officine Rizzoli hanno difficoltà a camminare da sole.

10) Non si sa cosa sia stato deciso per il polismano di quartiere. Nel nostro, per il momento, manca.


1 - Elezione del sindaco: secondo le profezie di Nostradamus il prossimo amministratore cittadino sarà daltonico.

2 - Crimini in città: siamo ai vertici della classifica. Indipendentemente dai proclami elettorali, sembra proprio che sia vero.

3 - Nuovo orario dei negozi. Troppo presto per parlarne; troppo tardi per cambiare le abitudini consolidate.

4 - Arrivano il casello della fiera e la nuova tangenziale. Però nel 2002.

5 - Giardini Fava: meglio un parcheggio custodito o il degrado sociale?

6 - Illuminazione in via Zamboni e dintorni. Anche con le luci nessuno ci vuole passare.

7 - Chi ha bombardato i Salesiani?

8 - Non chiudete l’Accademia del Biliardo tra via Lame e via Marconi. Ci mancherebbe molto.

9 - Attenzione a Sirio. Il grande fratello sta per tornare.

10 - Bologna città d’acqua: nascono i Gaffisti (gruppi d’azione fluviale). Difficile spostare la città al mare: più facile fare l’inverso.


1 L’ultimo Motorshow ha procurato il più grande intasamento del traffico che la città ricordi. Ne vogliamo parlare? Meglio di no.

2 Nuova tangenziale cercasi, anche di seconda mano. Se ne troviamo due, una la prestiamo agli abitanti di Zola Predosa e Ponte Ronca.

3 Apri e chiudi. Di Vertigo non m’intrigo.

4 Bravi, bravissimi, complimenti a tutti coloro che hanno collaborato a ripristinare le vedute sui canali nel centro storico.

5 Mai visti così tanti mussulmani dentro una chiesa cattolica. Conversioni?

6 Telefonate a Radio Nettuno per parlare bene di voi stessi.

7 Non se ne può più di parlare, o non parlare, dei parcheggi. Spostate la città.

8 L’obitorio è nuovo di zecca, ma non c’è nè fretta nè voglia di visitarlo.

9 Ritrovato in ottima salute il cane di Gazzoni. E’ finita male, invece, l’avventura dell’altro "canguro di Tomba": speriamo che sia l’ultimo.

10 Sarebbe possibile distruggere qualcosa di brutto invece che il Teatro Manzoni e le serre di Agraria?


1 - Cronaca nera e microcriminalità: tutto come prima.

2 - La cura dimagrante per il cordolone di via Emilia Ponente si farà sicuramente.

3 - Il gran rifiuto di Jovanotti divide l’intellighenzia cittadina. Comune a tutti invece la sensazione di disagio per un evento sempre più difficile a realizzarsi.

4 - Numero chiuso per gli immigrati. Finora se ne parlava per le facoltà troppo affollate. In effetti anche Bologna è molto affollata!

5 - Qualcuno ci rammenta che molti anni addietro ci fu un referendum che fu stravinto da coloro che volevano eliminare il traffico dal centro storico: nessuno se ne ricorda?

6 - Dove andremo al pronto soccorso in caso di necessità?

7 - Nomine nelle municipalizzate. Jackpot alle stelle e vive aspettative.

8 - Tonfi per Firenze, file in direzione mare, Modena ormai una promessa perduta nel caos: rivalutiamo le vie d’acqua!

9 - Dopo "Le avventure di Sirio", "Il ritorno di Sirio" e "Sirio 3 la Vendetta" presto un nuovo episodio dell’appassionante saga telematica.

10 - Grande attenzione per il primo giorno di scuola. Del secondo se ne fregano tutti!


1 Ora abbiamo il sindaco. Liberi le buchette della posta e i telefoni.

2 Imposta Comunale sugli Immobili: aspettiamo Robin Hood.

3 Dal Guglielmo Marconi si decolla preoccupati: il rischio multa al parcheggio è superiore alla paura di volare.

4 Moduli per il 740 reperibili più in rete telematica che dal tabaccaio. Sarà vero progresso?

5 I trasporti pubblici sono sempre più lenti: quasi quasi vado a piedi così risparmio!

6 Rassegne estive: tornano i decibel e le immancabili lamentele.

7 Provate a trovare un taxi: rari oltrechè cari.

8 Quando piove è un disastro.

9 La guerra è finita, ma i profughi in città aumentano: strano fenomeno italo-balcanico.

10 Nonostante le strombazzate novità spesso il postino non suona neanche una volta.


1 Ma quante bombe ci hanno tirato addosso nella seconda guerra mondiale? Non si può aprire un cantiere senza che spuntino come funghi.

2 Sirio incombe nuovamente sugli automobilisti. O no?

3 Tempo d’estate e di schiamazzi notturni. Organizzate o meno, le feste di strada impediscono il sonno di chi, nonostante l’afa, riesce a prendere sonno.

4 Chiuso per Partita. Sono molti gli esercizi pubblici in città che hanno abbassato le serrande in accasione degli incontri della nazionale. Migliore il traffico, ma alta probabilità di disservizi.

5 Si lamenta da più parti una certa difficoltà in tema di piccole urgenze ospedaliere. Pronto? Soccorso!!

6 Alla ricerca dell’acqua minerale. Nei primi giorni d’estate gli iper e i supermercati hanno finito le scorte. Scene da caccia al tesoro e duelli all’ultima bottiglia.

7 Siamo costretti a parlare ancora dei parcheggi. Righe bianche, gialle e blu sembra catalizzino ossessivamente i pensieri dei lettori.

8 Da ogni parte si chiede maggiore sicurezza in città, soprattutto nel centro, contro la microcriminalità che spadroneggia senza regole.

9 Altissimi lamenti per la fine della programmazione de "I Simpsons".

10 Prostituzione ai massimi storici. E’ più grave il problema sociale o quello della viabilità notturna?


1 - Le grandi fabbriche non abitano più in città. I nuovi padroni del vapore guardano altrove e lasciano le nostre maestranze alle prese con le liste di collocamento.

2 - La Piazzola c’è. I cartelli anche. I banchetti sono dovunque scontentando nell’ordine: ambulanti, clienti, autisti degli autobus, privati cittadini e negozianti. Mentre si aspetta il nuovo parcheggio per il 2000 (su cui si nutrono seri dubbi di vera utilità sociale) godiamoci l’ennesimo cantiere.

3 - Cessato l’allarme ozono. Ora, in attesa dell’emergenza banzene, impazza il totosindaco.

4 - Dopo un’intera estate di contravvenzioni alle prostitute ed alla loro affezionata clientela, il fronte interventista non ha ancora abbastanza chiarezza al suo interno per decidere quali provvedimenti adottare per stroncare il fenomeno.

5 - Il centro storico è sporco. Molti bolognesi si lamentano per il degrado che sta caratterizzando l’interno della Cinta del Mille. Dei bivacchi ne parliamo un’altra volta.

6 - Non si sa esattamente quando e come le righe blu cominceranno a caratterizzarci la giornata. Di sicuro c’è solo che su a Palazzo d’Accursio si litiga tutti i giorni.

7 - Apprendiamo in questo momento di essere completamente circondati dai cinghiali. Le allegre bestiole grufolano fuori controllo devastando coltivazioni e divorando prezioso tartufo. Alla faccia dei gourmets.

8 - Sicurezza 2 - Come si fa a riprendersi la città?

9 - La posta arriva sempre. Dove?

10 - Evviva il Tar che ci ha fatto risparmiare 50 lire al litro.


1 - Hanno fatto il possibile per farci smollare l’auto: adesso andiamo in motorino.

La nostra città è tra le più farcite al mondo. Contromano, sotto i portici, nelle corsie preferenziali, sui marciapiedi, davanti ai portoni: il tutto sotto gli occhi dei (mica tanto) vigili.

2 - I parcheggi più cari d’Italia, sorvegliati notte e giorno da pittoreschi ausiliari, non si trovano quasi mai. Anche grattando non si vince nulla.

3 - Il Bologna F.C. va in borsa, Ulivieri non si sa dove vada...... basta che la squadra non vada in barca.

4 - Il Gabbiano non è solo un simpatico volatile.

5 - Ma chi sono gli Squatters? Dalla Londra degli anni Sessanta ai Provos di Amsterdam, una lunga storia di occupazioni ed autogestione.

6 - Sono scomparsi i vespasiani, e questa non è storia di oggi. Per il presente ci si arrangia nei bar con consumazione obbligatoria; per il futuro il solito muro?

7 - Galleria 2 Agosto: la bonifica impossibile.

8 - Le piscine pubbliche vengono aperte quando il caldo ci tortura già da un pezzo e alla sera chiudono proprio nel momento più bello della giornata. Chi lavora non riesce mai ad andarci.

9 - Considerazioni varie sulla Piazzola: chi vuole cancellarla, chi la vuole spostare, chi vuole trasformarla in parcheggio sotterraneo, chi si chiede cosa morsicò Ciavatti, chi infine pensa ancora di trovarci delle gran bazze.

10 - Piazza Carducci: cosa c’è sotto? Alcuni affermano che ci siano soltanto dei garages. Altri pensano che ci sia la solita trama senza soluzione.


1) Il problema dei parcheggi non è affatto risolto. Gli ausiliari temporanei del Comune sono avvelenatissimi.

2) Il Bologna, inteso come squadra di pallone, è una schifezza: c’è odore di serie B.

3) Se la facessimo finita con lo spaccio diffuso?

4) Lamenti di scippati e di anziani dolenti.

5) La tangenziale è sempre intasata di traffico. Bisogna farne un’altra.

6) Spente le luci del Congresso Eucaristico la città è rimasta al buio e "par la stré ans vad gninta".

7) Le code in tutti gli uffici non calano nonostante le innovazioni tecnologiche, gli snellimenti burocratici e gli spot televisivi.

8) La fondovalle Savena è sempre più intransitabile: a Pianoro e Rastignano si scoppia.

9) Non si trova il Tamagotchi (il pulcino virtuale). Aiuto!

10) Si richiedono maggiori informazioni sulla "centrale idroelettrica" di Largo Caduti del Lavoro.