Veneto. Passeggiando tra le dolci colline di Refrontolo, Tarzo e San Pietro di Feletto

in collaborazione con

La Fondazione il Ritorno di Demetra, nata dalla collaborazione fra la delegazione italiana della EAGLE (Euro Giornalisti di Libera Espressione) e la FIPREGA (Federazione Internazionale della Stampa Turistica ed Enogastonomica), ha proposto un week end di informazione ai colleghi giornalisti della stampa nazionale. La prima meta di questo "pellegrinaggio" è stato il paese di Refrontolo, punto di incontro fra il Feletto e il Quartier del Piave.

Con neppure 2000 abitanti Refrontolo si distende in un dolce susseguirsi di colline ricche di vigneti, i cui vini erano apprezzati fin dal lontano Medioevo. Grazie alla collaborazione fra Pro Loco, gruppo alpini e amministrazione comunale, è stato possibile degustare gli eccellenti vini fra i quali giova ricordare quel raro vino rosso, il Marzemino, ora denominato Refrontolo Passito DOC, celebrato da Mozart nel suo Don Giovanni. La degustazione è servita per conoscere i prodotti locali forniti da: Cantina Bernardi, Azienda Agricola La Cappuccina, Azienda Agricola Colvendrà, Azienda Agricola Vincenzo Toffoli, Azienda Agricola Liessi Giuseppe, Premiata Cantina Valdella, Azienda Agricola Buosi Paolo e Azienda Agricola Silvano De Luca. Hanno collaborato all’iniziativa il Panificio Piol e la Macelleria Dalloé Roberto. A due chilometri dal centro di Refrontolo la valle del Lierza mostra uno dei più suggestivi angoli della Marca Trevigiana: il Molinetto della Croda. Esempio di architettura rurale del secolo diciassettesimo, l’edificio poggia sulla nuda roccia della montagna. Acquistato e restaurato dal comune di Refrontolo nel 1991, oggi è perfettamente agibile e destinato a scopi didattici e culturali. Nel corso dell’incontro è stata presentata la campagna di educazione alimentare "Viaggio dentro la vita" che consisterà nel regalo di materiale didattico alle scuole e nella distribuzione di una guida tramite i ristoranti, i ristori agrituristici e le attività commerciali del settore agroalimentare nella zona di Refrontolo, Tarzo e San Pietro di Feletto. A questa campagna hanno aderito: Agriturismo Da Muner, Bar Trattoria alla Tripolitania, Bar Trattoria Al Molinetto, Agriturismo Borgo Costa, Antica Osteria Al Forno, Agriturismo All’Egreste Ritrovo, Hotel Del Parco, Ristorante Loris, Agriturismo Da Garbonier e Agriturismo Cal Ronche. La sala consiliare del comune di Tarzo ha ospitato l’incontro tra giornalisti, pubblica amministrazione e produttori della zona. Il paese di Tarzo è situato sulle colline dell’Alto Trevigiano ai piedi delle Prealpi Bellunesi ed è meta di soggiorno climatico estivo, in particolare nei fine settimana.
Il capoluogo, le frazioni di Arfanta e Corbanese, le località di Fratta, Colmaggiore, Nogarolo, Resera ed i vari borghi sparsi sui colli o distesi su pendii assolati, tra vigneti e boschi di castagni, offrono al visitatore quanto di più tranquillo e sereno si possa trovare a due passi dalla vita frenetica del mondo moderno. Un ramo del ghiacciaio del Piave scavò e modellò la vallata che si presenta ora, dopo migliaia di anni, come una stupenda zona con andamento Est-Ovest, delimitata a Nord dalla catena delle Prealpi e a Sud dal triplice allineamento di colline che degradano verso Conegliano. Il Piave e il ghiacciaio hanno formato due specchi d’acqua, residui di un più grande lago che solo cinque secoli fa lambiva la morena di Gai di Cison, collegati tra loro da un piccolo canale (Stret): i laghi di Lago e di Santa Maria, vere porzioni di cielo capovolto, sui quali si specchiano oltre alle montagne anche i paesi costruiti in prossimità delle loro rive. Alla degustazione tenutasi presso il Ristorante Loris in Solighetto hanno partecipato: l’Azienda Agricola Tomasi Gianfranco di Corbanese, l’Azienda Agricola Cesare Meneguz di Ghette - Corbanese, l’Azienda Agricola Col Parè di Aldo Demarchi di Arfanta per i vini, la Latteria Sociale Turnaria di Colmaggiore per i formaggi, la Macelleria Franceschet per i salumi, l’apicoltore Ernesto Moz di Revine per il miele, il Panificio Claudio Corazzin, le Aziende Agricole De Coppi Abramo e Casagrande Paolo, la Distilleria Andrea Da Ponte per i distillati e il negozio di specialità alimentari Il Casoin di Colmaggiore.

Fondazione "Il Ritorno di Demetra"
Via Lamarmora 16/2 - 31015 Conegliano (Treviso)
tel. 0438-451894 - fax 0438-651691