Barbara Cola

Un amore non consumato

a cura di Elisabetta Pasquali

Io e il vino? Un grande amore non consumato....diciamo pure un amore platonico: non sono una bevitrice ma il vino mi piace moltissimo. Mi piace osservare le bottiglie, leggere le etichette, annusarlo, riconoscere gli aromi. Non riesco a immaginare una tavola imbandita senza una bottiglia di vino e i brindisi sono momenti irripetibili, però è difficile che io beva più di un mezzo bicchiere a pasto. Credo comunque che sia una tendenza abbastanza diffusa tra noi giovani. E’ difficile infatti entrare in un pub, e vedere sui tavoli una bottiglia di vino. Di solito infatti nei locali si consuma birra oppure vodka alla frutta o cocktails spesso molto alcolici che, soprattutto nelle discoteche producono poi gli effetti che noi tutti sappiamo. Un buon vino rosso invece rimane sempre il meglio, senza dubbio anche più salutare. Ma l’abitudine andrebbe coltivata. I giovani invece forse non lo conoscono abbastanza e, come me del resto, lo associano più che altro a un discorso di tavola, non di compagnia.
Peccato perchè il vino spesso aiuta. Mi ricordo che, pur essendo quasi astemia, una volta mi è capitato di bere un po’ più del solito. E’ successo con dell’ottimo lambrusco e gli effetti sono stati molto divertenti. Così ho deciso che prima o poi devo riprovarci. Uno di questi giorni prenderò una bella sbornia, naturalmente con del vino rosso, magari dopo un concerto strapieno di gente. Mi sembrerebbe il modo migliore per festeggiare...

Barbara Cola